• Tempo medio di percorrenza 2 ore
  • Lunghezza 5 km
  • Dislivello in salita 150 mt
  • Dislivello in discesa 150 mt

Sulle tracce del lupo....

Sulle tracce del lupo...

Segnavia colore fucsia

Il sentiero parte dal Centro Visitatori e per il primo tratto va a coincidere con quello del sentiero del Fontanone; in breve poi, salendo, interseca la strada sterrata per Campaiana per giungere in un punto pianeggiante dove il panorama si apre sul versante nord-ovest della Pania di Corfino. Da qui, nei pressi della condotta dell’acqua, il percorso scende a destra passando per un folto bosco di faggio, dove il suolo calcareo, attraversato da ruscelli, ospita in primavera belle fioriture di epatica, anemoni e fior di stecco; più avanti, in una conca d´acqua e argilla, i cinghiali e altri animali selvatici amano fare il bagno. Scendendo ancora, il tragitto continua su una antica mulattiera, da secoli nota come “Buca dei Lupi”, per il più volte confermato passaggio di questi superpredatori; prosegue quindi verso destra, lungo la strada sterrata del Giardino Botanico “Pania di Corfino” e poi, sempre a destra, su un sentiero che attraversa la faggeta ed in pochi minuti conduce al cancello di ingresso del Rifugio Isera, utile per una sosta prima del rientro. Percorrendo la strada sterrata, dopo non più di 100 metri, sulla destra, un sentiero segnato con i colori giallo-blu dell’Airone 1, passando per un bosco di noccioli, ambiente ideale per gli scoiattoli, riporta al Centro Visitatori passando per la località Isera Alta.