• Tempo medio di percorrenza 9 ore
  • Lunghezza 25.5 km
  • Dislivello in salita 150 mt
  • Dislivello in discesa 582 mt

2. Giuncugnano - Castelnuovo di Garfagnana

2. Giuncugnano - Castelnuovo

Tappa lunga che può anche essere suddivisa in due giornate.

Da Giuncugnano la mulattiera segnalata come GT raggiunge la chiesa di Sant’Antonio e il paese di Varliano. Dopo un breve tratto di asfalto si riprende una bella mulattiera selciata che in breve ci conduce al paese di Gragnana, proprio di fronte ai ruderi della Chiesa di Santa Margherita. Attraversata la Strada Regionale la mulattiera scende al Mulino di Gragnana per proseguire poi lungo il torrente fino a San Michele, con il bel ponte a sella d’asino, unico accesso al borgo medievale. Da qui si entra in Piazza al Serchio, il centro più grande dell’alta Garfagnana. Raggiunta la frazione di San Donnino, si sale per strada sterrata forestale a Orzaglia, dove le domeniche d’estate si gioca ancora al “tiro alla forma”. Ancora per mulattiera si arriva al borgo di Verrucole, dominato dai bastioni della imponente Fortezza che merita una breve deviazione per la visita. Il sentiero raggiunge, quindi, San Romano, con i suoi palazzi dai portali in pietra serena e i balconi arricchiti da splendide fioriture.

Da San Romano, seguendo per circa 2 Km. la via provinciale si raggiunge Sillicagnana per imboccare sulla destra una mulattiera segnalata che scende al borgo della Sambuca con la sua chiesa dedicata a San Pantaleone, già menzionata nel XII sec, arroccata alla roccia, quasi a fondersi con questa. Un sentiero corre ora lungo il Serchio, passando sotto il ponte ferroviario per raggiungere la Villetta ( in alternativa seguire la strada asfaltata). Dal campo sportivo si scende a Porto Rosso e da qui una piccola strada delimitata da siepi e muretti a secco raggiunge in breve Pontecosi, con il ponte a sella d’asino e l’oratorio della Madonna che si specchiano nelle acque del lago. Un ultimo tratto selciato conduce alla strada provinciale che imbocchiamo verso destra; gli ultimi chilometri del percorso riportano ai ritmi caotici della vita moderna, con l’ingresso a Castelnuovo, centro vitale e nodo viario della Garfagnana.

Allegati

PDF - Cartoguida seconda tappa [250,56kB]