• Tempo medio di percorrenza 7 ore
  • Dislivello in salita 950 m
  • Dislivello in discesa 450 m

Vagli Sotto - Val Serenaia

Tappa 4

Da Vagli Sotto (600m s.l.m.) il percorso sale al paese di Vagli Sopra e da qui, seguendo la vecchia mulattiera (segnavia CAI n.177), si inerpica fino a raggiungere Campocatino (1000m s.l.m.). Il sentiero, che mantiene lo stesso numero, sale tenendo la destra del prato, verso il Passo della Tombaccia.

Il paesaggio ha un repentino cambiamento; arido e lunare, ora, mostra uno degli aspetti più caratteristici ed imponenti del fenomeno carsico di superficie in Apuane. Le doline della Carcaraia sono ondulate depressioni che bisogna affrontare con una certa cautela. Giunti al Passo della Focolaccia, l’incontro (o lo scontro) con l’attività economica più rilevante delle Apuane può essere scioccante. Le cave di marmo hanno intagliato lo spartiacque della catena, le strade di arroccamento e i ravaneti aprono bianche ferite sui fianchi della montagna. Bisogna prestare molta attenzione alla segnaletica che spesso viene rimossa dall’attività di escavazione.

Attraversata la cava si ritrova il segnavia CAI n. 179 che conduce in breve alla Foce di Cardeto per immettersi nella Valle di Orto di Donna e da qui, innestandosi sul sentiero CAI n. 178, scende in breve in Serenaia, dove l’ospitalità è offerta da due rifugi. Il terzo rifugio “Orto di Donna” che si trova alla Cava 27, appena sotto il Passo delle Pecore, sul sentiero CAI.179, può essere un interessante punto di appoggio per chi volesse scendere in direzione della Lunigiana alla stazione FS di Equi Terme.

Pernottamento:
Rifugio Guido Donegani tel 329 2015805
Rifugio Val Serenaia 349 1424641 (apertura 15-giugno – 15 settembre, nei restanti periodi solo nei fine settimana).