• Tempo medio di percorrenza 5 ore
  • Dislivello in salita 500 m
  • Dislivello in discesa 500 m

Airone 1

Airone 1

Segnavia n. 1 Trifoglio giallo in campo azzurro Dal piazzale del Centro Visitatori del Parco dell’Orecchiella, dopo un breve tratto di strada asfaltata che porta ai prati di Isera Alta , si discende sulla sterrata che porta all’Orto botanico della Pania di Corfino. Percorsi un centinaio di metri, all’altezza del cancello del rifugio Isera, si imbocca il sentiero a destra che scende in direzione di Pruno, un piccolo nucleo di antichi caselli dei pastori posto sulla strada che collega Corfino con l’Orecchiella.
Poco dopo si giunge all’incrocio di Sasso Ghiraio; seguendo ora la mulattiera di San Pellegrino si attraversa la Bandita per scendere poi all’antico alpeggio di Campaiana. La mulattiera prosegue per il bivacco Granaiola, poi per ampie praterie fino alla cima della Pania (1603 m), da cui si gode un ampio panorama.
Si scende attraverso la Bocca dei Lupi, di nuovo nei pressi del Rifugio Isera, punto di ristoro e pernottamento dotato anche di un’area di sosta per tende (apertura da Aprile a Ottobre, nel restante periodo nei fine settimana. Tel. 0583 660203) e da qui al Centro Visitatori.